vetrate interno ed esterno

Riprogettare gli spazi con le ampie vetrate scorrevoli

Come può un’ampia vetrata dare una nuova identità a una casa? Oggi vogliamo raccontarvi di un progetto realizzato a Galliate, provincia di Novara, presso un’abitazione privata.

Come spiegherà meglio l’Architetto Romina Grillo, nel corso di questo articolo, l’abitazione ha subito profonde modifiche volte a mantenere intatti alcuni elementi del passato ma anche ad integrarne di nuovi che potessero dare un’identità diversa e ben definita a questa abitazione privata.

In particolare, l’obiettivo è stato quello di ricongiungere gli spazi interni ed esterni alle mura, facendole venire meno, laddove possibile.

ampie vetrate alluminio
Photocredits: Delfino Sisto Legnani e Marco Cappelletti.

Infatti, per realizzare il progetto, è stato necessario ricorrere ad ampie vetrate scorrevoli in grado di separare gli ambienti e poi ricongiungerli per modulare nuovi spazi domestici. La scelta, effettuata dal serramentista, il sig. Pasquale Guarino, è ricaduta sullo scorrevole minimale MX166 Twin Systems, un profilato in alluminio minimale e ultra moderno, perfetto per ambienti di design curati in ogni più piccolo dettaglio.

Un collage di elementi per la nuova identità della casa

Con queste parole l’Architetto Romina Grillo ha descritto il progetto e gli interventi principali messi in atto per dare all’abitazione una nuova identità:

Sin dalla prima valutazione della struttura esistente abbiamo deciso che il nostro intervento non si sarebbe limitato a fornire degli “abbellimenti”, ma avrebbe piuttosto mirato a svelare l’essenza della casa e il potenziale del suo contesto. Probabilmente, a causa dei continui cambiamenti subiti durante la sua storia, lo stato di fatto della casa presentava al pianterreno un’organizzazione alquanto insolita. La zona giorno e la cucina erano rivolte verso un muro limite della proprietà, mentre il retro della casa, una facciata cieca, affacciava verso un giardino generoso.

Il nostro primo intervento si è concentrato nella riorganizzazione del pianterreno e del contesto circostante.

veranda alluminio vetro
Photocredits: Delfino Sisto Legnani e Marco Cappelletti.

La “Veranda”, struttura composta da tre elementi portanti e un tetto, ripara una parte di ciò che è diventato lo spazio centrale della casa ed è stato uno dei principali elementi da noi annesso al vecchio impianto.

L’area della zona giorno non si limita allo spazio coperto dal tetto, ma si estende in modo consapevole attraverso l’intera superficie tra la casa esistente e il muro esterno della proprietà.

Trasformare gli spazi con ampie vetrate per la veranda

La scelta di installare ampie vetrate scorrevoli non è stata casuale ma dovuta al grande pregio di questa tipologia di infisso: le vetrate scorrevoli infatti, trasformano lo spazio e svelano l’essenza della casa, come spiega sempre l’Arch. Grillo:

Totalmente vetrato, lo spazio della “veranda” si apre completamente; scorrendo le ampie vetrate sui lati della facciata della casa e dietro il piccolo muro portante, lo spazio si trasforma e assume nuove connotazioni e dimensioni. I suoi nuovi limiti diventano i muri perimetrali e il soggiorno assume il carattere di una vera e propria stanza esterna. 

Il secondo importante intervento riguarda l’inserimento di un’ampia apertura verso il giardino, decisione che ha condotto alla conseguente rimozione di tutte le pareti costruite tra la veranda e il giardino.

veranda con vetrata scorrevole in vetro e alluminio
Photocredits: Delfino Sisto Legnani e Marco Cappelletti.
vetrata scorrevole alluminio vetro per la veranda
Photocredits: Delfino Sisto Legnani e Marco Cappelletti.

L’ultimo importante gesto concerne l’articolazione di una scala a chiocciola, un oggetto scultoreo in calcestruzzo gettato in opera che collega una zona giorno aperta e libera con un piano superiore più privato.

Una serie di altri elementi architettonici intorno e all’interno del giardino articolano lo spazio verde in un universo ricco e riservato, che si relaziona in modo diretto e attivo con l’area giorno interna.

Il progetto è un collage composto da vecchi e nuovi frammenti che lavorano insieme per trovare un possibile modo di vivere.